Picchia la moglie, lei si chiude in una stanza e lo fa arrestare

La vittima, medicata all’ospedale Cannizzaro di Catania, se l’è cavata per fortuna con delle lesioni guaribili in sette giorni

I carabinieri di Gravina di Catania hanno arrestato un pregiudicato di 42 anni con l'accusa di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali aggravate. La vittima, una 26enne di origini campane, ieri sera ha trovato finalmente il coraggio di chiedere aiuto. Al culmine dell’ennesima lite, finita sempre allo stesso modo, con lei picchiata dal marito violento, si è rinchiusa in una stanza ed ha chiamato al telefono i carabinieri di Gravina. Sul posto è giunto immediatamente l’equipaggio di una gazzella del nucleo radiomobile che, accedendo nell’abitazione, ha ammanettato il coniuge e liberato la donna dall’incubo. La vittima, medicata all’ospedale Cannizzaro di Catania, se l’è cavata per fortuna con delle lesioni guaribili in sette giorni. L’arrestato, assolte le formalità di rito, è stato posto ai domiciliari nell’abitazione di alcuni familiari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

Torna su
CataniaToday è in caricamento