Aggressione, martellate alla cassiera: protagonista un catanese

Una ragazza, Paola, ha raccontato l'assurda vicenda. Intorno alle 20,30 di ieri sera la giovane si è trovata di fronte un 46enne di origine etnea che aveva appena aggredito una commessa cinese di un centro estetico di Pisa

A Pisa si è consumata una scena orribile. Una ragazza, Paola, ha raccontato la triste vicenda che ha visto protagonista un uomo catanese. Intorno alle 20,30 di ieri sera, infatti, la giovane si è trovata di fronte un 46enne di origine etnea che aveva appena aggredito una commessa cinese di un centro estetico di Pisa in via Cattaneo.

Paola, che si trovava con il suo ragazzo in via Cattaneo, confessa di aver incontrato l'uomo mentre urlava queste parole: "Aiuto, aiuto, ho aggredito una ragazza, chiamate la Polizia". "L'uomo - racconta Paola - ha iniziato a tirare fuori il portafoglio, la carta d'identità e a dirci che era un malato psichico, che aveva con se' tutti i certificati che attestavano la sua infermità. Inizialmente abbiamo pensato ad uno scippo, poi abbiamo capito ciò che era successo".

A questo punto Paola ha telefonato alla Polizia, che ha girato la chiamata ai Carabinieri. Poi è stata avvisata anche l'ambulanza.

"I Carabinieri hanno impiegato un po' di tempo - ha continuato Paola - ad arrivare sul posto, io nel frattempo, mentre il mio ragazzo con un altro passante avevano accerchiato l'aggressore, sono andata dentro il negozio: la scena è stata terribile. C'era sangue dappertutto. La ragazza era cosciente, diceva che aveva paura"

"Nell'attesa dell'ambulanza -  ha aggiunto - un ragazzo ha tamponato la ferita alla testa per impedire al sangue di fuoriuscire: ne stava schizzando tanto dalla lesione. Una volta che sono arrivati i sanitari, il medico ha detto che era grave, anche se comunque non aveva mai perso conoscenza".

Nel negozio c'era anche un'altra signora. "Ci ha raccontato che aveva paura, che aveva visto l'uomo strano e che poi aveva sentito le grida della sua collega" conclude Paola. Intanto l'aggressore fuori dal negozio era lucido e tranquillo e continuava a ripetere:  "L'ho aggredita perchè ce l'ho a morte con le donne, le ho sempre mantenute". I Carabinieri lo hanno perquisito, poi anche lui è salito su un'altra ambulanza.

Paola è ancora sotto shock: "Quando queste cose le senti alla televisione non ci fai molto caso, quando poi però succedono così vicino a te è diverso: chiunque avrebbe potuto essere al posto di quella povera ragazza".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il "mistero" dei fuochi d'artificio di Picanello, sparati ogni giorno a mezzanotte

  • Coronavirus, casi positivi al Cutelli e alla Livio Tempesta: studenti e personale in quarantena

  • Sgominate bande che rubavano sui tir e nelle case: 13 arresti

  • Droga e mafia, altri 4 arresti nell’ambito dell’operazione "Overtrade"

  • Coronavirus, un positivo sul volo Milano-Catania: appello dell'Asp ai passeggeri

  • Ricette false per ottenere i rimborsi, due medici sospesi ed otto farmacisti indagati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento