Legambiente chiede una pista ciclabile tra il Simeto ed Acicastello

Chiede anche di far rispettare il limite di velocità a 30 km in corrispondenza del lungomare di Catania, pianificare lo sviluppo di una rete di piste ciclabili nella città etnea a partire dalle arterie più ampie

Legambiente Catania interviene a gamba tesa sulla "querelle pista ciclabile" con una nota inviata al sindaco di Catania e alle direzioni Ecologia e Ambiente  e Gestione del Territorio.

Secondo l'associazione ambientalista, la realizzazione di un sistema di piste ciclabili nella città di Catania rappresenta un evento positivo. "In qualunque città che voglia definirsi europea - dichiarano i responsabili della sezione provinciale con una nota -sistemi di piste ciclabili assumono rilevanza significativa ai fini della mobilità e contribuiscono a rendere non ipocrite le prospettive di un minore uso di fonti fossili e, conseguentemente, di una riduzione della presenza di inquinanti nei centri urbani. Nella città di Catania, inoltre, viene sottovalutato l’aspetto che un sistema di percorsi ciclabili può avere anche per attrarre un turismo qualificato. Basti pensare, ad esempio, ad un percorso che unisca la foce del fiume Simeto (zona umida di importanza internazionale) con l’Area Marina Protetta delle Isole Ciclopi".

"Per percorsi di questo tipo si stanno stanziando finanziamenti di significativo importo da parte del governo nazionale che, purtroppo, restano sinora confinati alle aree del centro nord". Legambiente Catania ha invitato il sindaco di Catania ad effettuare una verifica sulla eventuale pericolosità di tratti della pista ciclabile del lungomare e, se necessario, apportare le necessarie migliorie. Chiede inoltre di far rispettare il limite di velocità a 30 km in corrispondenza del lungomare di Catania, pianificare lo sviluppo di una rete di piste ciclabili nella città di Catania a partire dalle arterie maggiormente ampie.

Dulcis in fundo, la proposta di concordare con il Sindaco del Comune di Aci Castello l’estensione dell’attuale pista ciclabile del lungomare anche nel territorio acese e  valutare differenti dislocazioni delle aree a parcheggio delle auto a spina di pesce in modo da compensare con un restringimento della sede stradale la riduzione dei posti auto per la realizzazione della pista ciclabile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

Torna su
CataniaToday è in caricamento