Si lavora per la pista ciclabile: divieto fermata su corsia est del Lungomare

L'assessore alla mobilità Rosario D'Agata ha dichiarato che i tecnici comunali stanno già studiando come recuperare, in altre aree della zona, i 190 posti auto che non potranno più essere utilizzati quando la pista sarà stata realizzata

A partire dalla mattinata di giovedì 11 febbraio sul lato est (mare) dei viali Ruggero di Lauria e Artale Alagona sarà istituito il divieto di fermata di volta in volta solo nei tratti in cui si lavora per la pista ciclabile, la cui inaugurazione è prevista per il primo maggio.

Il divieto, disposto dal Dirigente dell'Ufficio Traffico Urbano, riguarderà tutti i veicoli eccetto quelli della ditta Betel costruzioni, incaricata della realizzazione della pista ciclabile sul Lungomare di Catania. La stessa dittà installerà la segnaletica verticale di divieto nei tratti interessati dai lavori. La sorveglianza sarà svolta dal comando della polizia municipale.

La consegna dei lavori per la pista ciclabile era avvenuta il primo febbraio scorso ed era stato definito dal sindaco di Catania Enzo Bianco: "Un segnale concreto per una città che guarda alla bicicletta come a un passo in avanti compiuto verso una mobilità sostenibile". Nella riunione di ieri della Giunta comunale l'assessore alla mobilità Rosario D'Agata ha confermato al sindaco Bianco che i tecnici comunali stanno già studiando come recuperare, in altre aree della zona, i 190 posti auto che non potranno più essere utilizzati quando la pista sarà stata realizzata.

Il sindaco ha raccomandato di coinvolgere esercenti e commercianti del Lungomare. I lavori per la realizzazione della pista, del costo di 168 mila euro, sono stati appaltati alla ditta Betel Costruzioni srl di Belpasso con la direzione dei lavori del geom. Carmelo Martelli e su progetto del geom. Sebastiano Scaccianoce.

L'intervento prevede la creazione di una pista ciclabile, lato mare, per una lunghezza complessiva di 2.200 metri tra la piazza Europa e viale Ulisse a due sensi di circolazione, con un percorso dalle superfici regolari, senza le asperità dovute alle botole dei sottoservizi, per garantire la massima sicurezza ai ciclisti. Si procederà con la scarifica del manto d'asfalto esistente per due centimetri, una nuova pavimentazione flessibile dello spessore di cinque centimetri, la verniciatura con colori antiscivolo della pista ciclabile.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Saranno contemporaneamente realizzate le rampe per i diversamente abili e gli attraversamenti pedonali. Oltre alla pista ciclabile il Lungomare sarà presto dotato anche di una pista running che sarà donata alla città di Catania dalla Federazione nazionale Atletica leggera.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Palermo-Catania, illeso il cantante neomelodico De Martino: morto un 60enne

  • Incidente stradale sulla Palermo-Catania, scontro tra un furgone e una Porsche: un morto e due feriti

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Arrestato anche il secondo rapinatore della gioielleria di via Umberto

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Aumento esponenziale dei casi di Coronavirus, Randazzo è zona rossa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento