Cronaca

Continuano le polemiche sulla pista ciclabile, la "consegna parziale" non convince

E' una pista ciclabile, quella catanese, che non convince. Almeno in questa fase iniziale. A destare l'attenzione dei catanesi, esperti e non delle due ruote, sono i primi lavori di "messa in posa" nel lungomare

E' una pista ciclabile, quella catanese, che non convince. Almeno in questa fase iniziale. A destare l'attenzione dei catanesi, esperti e non delle due ruote, sono i primi lavori di "messa in posa" nel lungomare.

I principali dubbi riguardano il colore della pista blu acceso e la mancanza di marciapiede per pedoni. Per quanto riguarda la prima questione, sui social network, è stata battezzata la "pista ciclabile dei puffi". C'è chi parla di un tuffo nella "piscina ciclabile". E chi invita ad aggiungere altri colori per realizzare un bell'arcobaleno. A difesa, però della scelta cromatica scende "in strada" il gruppo "Lungomare liberato" che ha sempre seguito con attenzione l'evoluzione dei lavori.

Pista ciclabile nella bufera, si dimette direttore dei lavori: "Situazione insostenibile"

"Le piste ciclabili in Danimarca hanno lo stesso colore di quella sul Lungomare di Catania - si legge nella pagina social di Lungomare Liberato- L'azzurro è un colore che ben contrasta con l'asfalto ed é molto visibile anche di notte. Qualcuno ha mosso critiche al riguardo ma a noi non sembra male questa scelta che richiama il colore del mare, del cielo e della nostra nazione. Insomma, in Danimarca si ed in Italia no?".

Pista ciclabile, entro aprile la consegna "parziale": scoppia la polemica sui costi

E passiamo alla questione marciapiede.  "I pedoni da Ognina in poi, dove transiteranno? In mezzo alle auto? Oppure tutti nella striscia azzurra ciclabile insieme a Runner, pattinatori, cani ecc?". Si chiedono i catanesi. Nella foto di seguito, infatti, il marciapiede del viale Ulisse è stato sostituito dalla pista. In quel tratto fortunatamente non c'è un grande flusso di pedoni, ma in altri tratti si.

viale Ulisse 1-2 viale Ulisse-2

Abbiamo così chiesto un commento a caldo a chi di due ruote se ne intende. Andrea Genovese, portavoce di #Salvaiciclisti Catania sui lavori in generale e cambi in corso d'opera non vuole ancora pronunciarsi, lo farà solo alla fine dei lavori dichiara a CataniaToday. Per quanto riguarda la vernice, invece, precisa: "E' importante che si utilizzino vernici diverse da quelle usate sulle corsie preferenziali e segnaletiche a terra o spesso quella utilizzata per le strisce pedonali, dopo tre mesi in città scoloriscono. Questo perchè con il sole e con il tempo, essendo la  pista all'interno bidirezionale, si potrebbero creare problemi non avendo piu visibilità nel terreno. E poi perchè senza usare vernice adatta, dopo tre mesi i lavori andrebbero rifatti, con un aggravio per le casse pubbliche".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Continuano le polemiche sulla pista ciclabile, la "consegna parziale" non convince

CataniaToday è in caricamento