Più vivibilità e sicurezza in via Volturno, l'appello dei residenti

I residenti attendono da tempo risposte adeguate in merito ai piani di lavoro per migliorare la vivibilità e la sicurezza lungo l’arteria che collega via Sabato Martelli Castaldi con via Susanna nella parte storica del quartiere

I residenti di via Volturno a Cibali attendono da tempo risposte adeguate in merito ai piani di lavoro per migliorare la vivibilità e la sicurezza lungo l’arteria che collega via Sabato Martelli Castaldi con via Susanna nella parte storica del quartiere. Per queste ragioni il presidente di “Cibali-Trappeto Nord-San Giovanni Galermo” Erio Buceti sta preparando le dovute segnalazioni che verranno presto inviate alla direzione Ecologia ed a quella del Patrimonio del comune di Catania.

via volturno IV municipio catania (2)-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Per recuperare definitivamente gli immobili abbandonati di via Volturno e perfino della Casbah Cifalota serve un progetto radicale che sappia coniugare lo sviluppo urbanistico del territorio e la messa in sicurezza di due zone densamente abitate- afferma Buceti- in qualità di presidente del IV municipio farò in modo che, nelle prossime settimane, l’amministrazione verifichi se le case pericolanti di via Volturno appartengano a privati oppure siano dello stesso comune, visto che parliamo di immobili vecchi di oltre mezzo secolo”. Nel primo caso Palazzo degli Elefanti, con gli uffici competenti e l’impiego della protezione civile, deve intimare ai proprietari di mettere in sicurezza le abitazioni. Nell’eventualità, invece, di mancato ed immediato provvedimento si potrà allora disporre dell’acquisizione dei lotti soprattutto se le loro condizioni rappresentano un serio rischio per la pubblica incolumità. “Solo a quel punto- continua Buceti- potrebbe diventare operativa la mia proposta che mira a vendere le case a nuovi privati, dietro un prezzo simbolico ed in cambio di un recupero radicale, per eliminare anche le discariche abusive presenti. Sarebbe l’ennesimo segnale alle varie attività già avviate, con il contributo serio e concreto necessario al miglioramento del territorio, nell’ottica di un regolamento per il decentramento urbano finalmente operativo a tutti gli effetti”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, nel mirino i "fedeli collaboratori" del clan Santapaola-Ercolano: 21 arresti

  • Incidente stradale a Paternò, scontro fra due mezzi pesanti: un morto

  • Il "mistero" dei fuochi d'artificio di Picanello, sparati ogni giorno a mezzanotte

  • "Iddu" e "idda": il terrore di Giarre e Riposto, stroncata dai carabinieri la cupola di La Motta

  • Sgominate bande che rubavano sui tir e nelle case: 13 arresti

  • Droga e mafia, altri 4 arresti nell’ambito dell’operazione "Overtrade"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento