Alla Playa contro la manovra economica del Governo nazionale

I giovani catanesi aderenti alla Cgil annunciano una mobilitazione sin da questo fine settimana con iniziative di sensibilizzazione e di protesta lungo il litorale della Playa

I giovani catanesi aderenti alla Cgil annunciano una mobilitazione sin da questo fine settimana con iniziative di sensibilizzazione e di protesta lungo il litorale della Playa.

"I giovani del mezzogiorno e, in particolare, quelli siciliani, saranno i piu' penalizzati dalla manovra economica attualmente in esame al Senato - spiegano dal sindacato -. Infatti, mentre i dati pubblicati proprio ieri dall'ufficio studi di Confartagianato denunciano impietosamente un tasso di disoccupazione nell'isola al 28,1% per gli under 35 (il piu' alto d'Italia), all'interno delle due manovre estive del governo non e' contenuto nessun provvedimento che guarda allo sviluppo e al futuro dei giovani, ma solo tagli a servizi e welfare".

''I giovani sono la nostra risorsa piu' preziosa e la contromanovra della Cgil e lo sciopero proclamato per il prossimo 6 settembre sono la nostra risposta a una manovra ingiusta e iniqua, le nostre iniziative per dare un futuro e creare occupazione per i giovani del mezzogiorno'' afferma Ferruccio Donato della segreteria generale della Cgil Sicilia.

A partire da sabato fino a tutta la prossima settimana giovani lavoratori, precari e studenti invaderanno le spiagge e i centri storici della città di Catania per dire che "non ci stanno a pagare ancora una volta il prezzo piu' alto della crisi". Le spiagge saranno il teatro delle prime iniziative di protesta per preparare lo sciopero generale del 6 settembre.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento