Polizia ferroviaria di Catania rintraccia due minori, si erano allontanati da Grammichele

Fuggiti dalla comunità di Grammichele dov'erano stati collocati al loro arrivo in Italia. Una volta rifocillati, entrambi sono stati accompagnati presso un centro catanese, individuato dai servizi sociali dl Comune

In Italia, sono centinaia i minori che si allontanano dalle loro abitazioni per i motivi più disparati, tra essi – spesso – i giovani stranieri che da soli raggiungono le nostre coste e che una volta affidati alle cure di idonee strutture, si allontanano facendo perdere le loro tracce. La polizia ferroviaria fronteggia quotidianamente questa emergenza.

Nei giorni scorsi, proprio nel corso di una di queste “perlustrazioni”, gli agenti della sezione di Catania hanno individuato due quindicenni privi di bagaglio che girovagavano all’interno dell’impianto ferroviario. Immediatamente condotti in ufficio, i due ragazzi sono stati identificati per i quindicenni O.J. e B.A., allontanatisi arbitrariamente dalla comunità di Grammichele dov’erano stati collocati al loro arrivo in Italia.

Una volta rifocillati, entrambi sono stati accompagnati presso un centro catanese, individuato dai servizi sociali dl Comune di Catania. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

  • Coronavirus, in Sicilia 1.913 nuovi casi e 40 morti: a Catania +486 contagi

Torna su
CataniaToday è in caricamento