rotate-mobile
Cronaca

Agenti in corsia per garantire sicurezza negli ospedali, la proposta del Siap

Per il segretario provinciale Tommaso Vendemmia servono dei presidi fissi di polizia e carabinieri negli ospedali catanesi, per ridurre le aggressioni ai sanitari

Il Siap, sindacato degli agenti di polizia, punta il dito contro le carenze nella gestione dell'ordine pubblico a Catania. Per il segretario provinciale Tommaso Vendemmia, "i provvedimenti adottati in sede locale dal questore Marcello Cardona hanno di fatto messo in chiara difficoltà i quartieri della città, appesantendo il lavoro delle volanti. Lo spostamento e l’assegnazione di molti operatori dai commissariati sezionali verso articolazioni centrali della questura, produce evidenti difficoltà per la sicurezza quotidiana dei cittadini ma soprattutto di quelle istituzioni, quali ospedali e scuole". Obiettivi di una illegalità sempre più diffusa: basti pensare alle numerose aggressioni al pronto soccorso.

"La scelta di svuotare i commissariati di alcune competenze per un migliorare il sistema di controllo del territorio non ha funzionato - continua la nota del Siap - e la difficoltà nei quartieri, specialmente quelli del centro è evidente. Non bastano certo telecamere e sistemi informatici, ma servono uomini presenti sul posto. Il Siap propone al prefetto di valutare un impiego interforze presso gli ospedali del centro. un presidio fatto da carabinieri e poliziotti insieme per evitare le aggressioni e dare serenità a coloro che civilmente attendono il proprio turno ed assistono a scene quotidiane di prepotenza, certamente non contrastabili dai sanitari che hanno già il loro da fare. Siamo fermamente contrari al trasferimento della polizia alla zona industriale, soprattutto delle volanti ormai unici equipaggi che assicurano gli interventi su tutta la città anche lì dove non sono più impiegati le pattuglie dei commissariati, difficilmente costituibili per via del depotenziamento".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Agenti in corsia per garantire sicurezza negli ospedali, la proposta del Siap

CataniaToday è in caricamento