menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La polizia penitenziaria entra a far parte della direzione antimafia

Questo corpo farà ufficialmente il suo ingresso nella Direzione Nazionale Antimafia e Antiterrorismo con i primi 7 agenti a diretta disposizione del Procuratore Nazionale Antimafia

Il deputato alla Camera Eugenio Saitta del Movimento Cinque Stelle, componente della Commissione Giustizia, è intervenuto sulla recente notizia relativa all'ingresso della polizia penitenziaria nella direzione nazionale antimafia. "Con l’attivazione del nucleo di polizia penitenziaria – dice Saitta – questo corpo farà ufficialmente il suo ingresso nella Direzione Nazionale Antimafia e Antiterrorismo con i primi 7 agenti a diretta disposizione del Procuratore Nazionale Antimafia. Un passaggio importante e significativo, specie per una terra come la Sicilia che ha necessità di una unione ancora maggiore tra le istituzioni per contrastare la piovra mafiosa e il crimine".

"In questo modo lo Stato ha una freccia in più per il suo arco nella battaglia contro la criminalità. E 'importante ricordare l'importanza del corpo di polizia penitenziaria che opera a stretto contatto con i detenuti, li monitora e li controlla intervenendo per stroncare eventuali contatti con l'esterno garantendo così la sicurezza di tutti noi. Un corpo che con questa decisione assume una valenza ancora più forte e non possiamo non ringraziare tutti gli agenti che ogni giorno, con abnegazione, lavorano per la nostra sicurezza".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Attualità

McDonald’s, l’iniziativa "Sempre aperti a donare" arriva a Catania

Utenze

Rettifica della bolletta luce e gas: come richiederla

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento