Tormenta una commessa con messaggi a sfondo sessuale e minacce: denunciato

Un ventinovenne catanese si era fortemente invaghito di una giovane impiegata in un centro commerciale e l’aveva contattata con un falso profilo su un noto social network

E' stato individuato l’autore di una serie di condotte persecutorie nei confronti di una ragazza ventenne residente nella provincia etnea. L’indagato, un ventinovenne catanese, si era fortemente invaghito di una giovane impiegata in un centro commerciale, e l’aveva contattata con un falso profilo su un noto social network, iniziando a commentare con “mi piace” le sue foto pubbliche fino ad arrivare a messaggi privati con frasi esplicitamente sessuali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Alla mancanza di risposte da parte della vittima, sono seguiti messaggi minacciosi. La ragazza è stata ulteriormente intimorita nel ritrovare sul parabrezza della sua auto biglietti anonimi con dei cuori. La polizia postale di Catania è stata, quindi, delegata dal pubblico ministero a svolgere le indagini del caso. Grazie ad una serie di veloci investigazioni informatiche, è stato identificato il l'autore dei messaggi. E' stato quindi sottoposto a perquisizione ed è stato sequestrato il dispositivo mobile utilizzato dall’uomo per connettersi alla rete con il falso profilo social.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, nel mirino i "fedeli collaboratori" del clan Santapaola-Ercolano: 21 arresti

  • Via Leopardi, carabinieri scoprono un "buco" che collegava una casa disabitata ad una banca

  • Incidente stradale a Paternò, scontro fra due mezzi pesanti: un morto

  • Il "mistero" dei fuochi d'artificio di Picanello, sparati ogni giorno a mezzanotte

  • "Iddu" e "idda": il terrore di Giarre e Riposto, stroncata dai carabinieri la cupola di La Motta

  • Sgominate bande che rubavano sui tir e nelle case: 13 arresti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento