Sicurezza stradale, corso di formazione della polizia stradale per Enel

A conclusione del ciclo di incontri effettati in Sicilia, l’Azienda ha donato ai rappresentanti della Polizia Stradale un dispositivo Top Crash

Si è concluso oggi a Catania il percorso di formazione dedicato alla sicurezza sulle quattro ruote, realizzato in collaborazione con la polizia stradale e rivolto al personale Enel operante in Sicilia. In totale sono state otto, in Sicilia, le giornate di formazione dedicate alla guida sicura e alla prevenzione di comportamenti a rischio, alle quali hanno partecipato oltre un migliaio di dipendenti delle diverse società del Gruppo Enel presenti nella regione. I seminari, totalmente gratuiti, sono stati realizzati con il supporto degli agenti di Polizia Stradale attraverso l’ausilio di filmati e ricostruzioni di incidenti stradali realmente accaduti.

Particolare attenzione è stata posta alle violazioni più frequenti del codice della strada e ai rischi connessi a fattori come disattenzione, fretta e stanchezza e ai loro effetti sullo stato psicofisico del guidatore. I corsi mirano, inoltre, a sviluppare competenze specifiche sulla percezione del rischio quando si è alla guida e sulle possibili fonti di distrazione, in particolare per quanto riguarda l'utilizzo improprio degli smartphone e sull’importanza di fattori come velocità e condizioni di visibilità. Il seminario conclusivo, svoltosi oggi a Viagrande, ha visto la partecipazione di un team di formatori d’eccellenza, composto dalla Dott.ssa Pina Pirrello, Dirigente Sezione Polizia Stradale di Catania, dalla Dott.ssa Silvia Macauda, Medico Polizia di Stato Sicilia, dall’Ispettore Superiore Gabriele Ferraro, dall’Assistente Capo Antonio Salanitri e dall’Assistente Domenico Zalfina. A conclusione del ciclo di incontri, Stefano Danesi, Responsabile E-Distribuzione Sicilia, la società del Gruppo Enel che gestisce la rete elettrica di media e bassa tensione, ha consegnato ai rappresentanti della Polizia Stradale un “Top Crash”, uno strumento innovativo che consente di ridurre notevolmente i tempi dei rilevamenti degli incidenti, semplificando e aumentando la sicurezza degli agenti in strada e riducendo i disagi per gli utenti nel riportare la viabilità alla normalità in tempi più rapidi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Rapido e tecnologicamente avanzato, il Top Crash permette di ricostruire in maniera precisa la scena dell'incidente e ottenere una rappresentazione grafica della collisione. Il sistema è composto da un'antenna GPS ad elevata sensibilità per la ricezione di segnali satellitari e da un tablet per la raccolta e l’elaborazione dei dati rilevati. Altri dispositivi “Top Crash” verranno donati dall’azienda alla Polizia Stradale nelle diverse regioni italiane in cui si sono svolti analoghi seminari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Gestivano piazze di spaccio e furti di carburante nel Catanese, 11 arresti

  • Aumento esponenziale dei casi di Coronavirus, Randazzo è zona rossa

  • Coronavirus, in Sicilia contagi in aumento (+796): in provincia di Catania sono 211

  • Coronavirus: Musumeci avvia la linea del rigore ma con chiusure parziali

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento