menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Questura, Candiani e Molteni incontrano il poliziotto aggredito in casa

I sottosegretari all'Interno Stefano Candiani e Nicola Molteni, alla presenza del Questore Alberto Francini, al vicario del Prefetto Enrico Gullotti e al sindaco Salvo Pogliese, hanno incontrato il commissario della polizia rimasto ferito durante un tentativo di rapina

Questa mattina in Questura, i sottosegretari all’Interno Stefano Candiani e Nicola Molteni, alla presenza del Questore di Catania Alberto Francini, al vicario del Prefetto Enrico Gullotti e al sindaco Salvo Pogliese, hanno incontrato il commissario della polizia di Stato Nuccio Garozzo che recentemente è rimasto ferito durante un tentativo di rapina subito all’interno della propria abitazione.

Entrambi i rappresentanti del Ministero dell’interno hanno avuto parole di elogio e di apprezzamento per il poliziotto catanese che ha prontamente reagito a un’aggressione subita all’interno della propria abitazione che, come ha dichiarato Candiani, “dovrebbe essere il luogo in cui ogni cittadino ha diritto di trovare la massima sicurezza e serenità”.

Il Questore Francini ha sottolineato la professionalità e la capacità operativa del Commissario che, attesa anche la non più giovanissima età, ha affrontato i due giovani aggressori, riuscendo ad arrestarne uno. Parole di solidarietà anche da parte del sindaco Pogliese che ha voluto esprimere vicinanza al poliziotto ferito.

"Gli ho portato l’abbraccio, la solidarietà e l’apprezzamento dell’intera comunità catanese, anche per il sangue freddo e l’eccezionale professionalità dimostrate nel gestire una situazione che poteva diventare drammatica - ha dichiarato Pogliese -Catania, come tutte le grandi città, ha nella sicurezza una della questioni più delicate e più importanti da affrontare. I cittadini devono sentirsi protetti dalle istituzioni e queste devono avere la disponibilità dei mezzi necessari per garantire uno stretto controllo del territorio. La vicinanza del governo nazionale, che anche in questa circostanza ha manifestato attenzione per la nostra città, ci fa essere fiduciosi sul fatto che saremo messi nelle condizioni di operare per trasmettere ai nostri concittadini la sensazione che possono vivere tranquilli nella loro città".

Intanto, da da fonti investigative si apprende che, nei confronti del ghanese Gibren Mohammed, alias Djibril Mohamed, l'uomo che ha aggredito il commissario Garozzo, è stata revocata la protezione umanitaria. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Probiotici: cosa sono e perchè fanno bene

social

Covid-19 e meteo: come le temperature agiscono sul virus

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento