"Abbattere il ponte Gioeni scelta scellerata": il bilancio del consigliere Giuseppe Musumeci

"Dopo 2 anni e mezzo di consiliatura si può affermare con dati alla mano che la scelta di abbattere il ponte fu tutt'altro che saggia, a dir poco scellerata, avventata ed improvvisa" tuona il consigliere di Articolo 4. "I cittadini catanesi sono costretti a fare sacrifici enormi" aggiunge

Il consigliere comunale Giuseppe Musumeci attacca duramente il sindaco Bianco e ritorna sulla scelta di abbattere il ponte Gioeni. "Dopo 2 anni e mezzo di consiliatura si può affermare con dati alla mano che la scelta di abbattere il ponte fu tutt'altro che saggia, a dir poco scellerata, avventata ed improvvisa" tuona il consigliere di Articolo 4.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"I cittadini catanesi, tutti i giorni, sono costretti a fare sacrifici enormi. Accompagnare i propri figli a scuola o recarsi semplicemente a lavoro è diventata un'impresa. Per non parlare poi delle grosse ricadute in termini economici che hanno colpito il rione Barriera-Canalicchio, quartiere ormai abbandonato da questa amministrazione, basti vedere le numerose botteghe chiuse ed i numerosi cartelli con su scritto vendesi o affittasi. Mi chiedo come si sia passati all'abbattimento del ponte senza aver previsto un piano di viabilità alternativa e senza aver considerato la mappa dei sottoservizi. Una situazione inverosimile che farà entrare nella storia della città di catania il sindaco Enzo Bianco, ma purtroppo stavolta in negativo, sono ormai lontani i ricordi di quella famosa primavera che vedeva Catania primeggiare in diversi ambiti. Chiediamo a questa amministrazione di studiare nell'immediato soluzioni che possano alleviare e tamponare i disagi di questo scempio procurato dall'amministrazione, anche se ormai come si dice in questi casi ‘’il danno è fatto’’ e con le poche risorse che l'ente Comune dispone sarà veramente dura ripristinare la normalità in quel tratto di città".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Incidente sulla Palermo-Catania, illeso il cantante neomelodico De Martino: morto un 60enne

  • Incidente stradale sulla Palermo-Catania, scontro tra un furgone e una Porsche: un morto e due feriti

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Arrestato anche il secondo rapinatore della gioielleria di via Umberto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento