Porte di Catania, elimina antitaccheggio e ruba un pantalone: beccato

Con un piccolo tronchesi di cui era munito, aveva dapprima eliminato la placca del sistema antitaccheggio e poi aveva indossato sotto i jeans con i quali era vestito

Lo scorso 16 ottobre, agenti delle volanti hanno arrestato il pregiudicato Carchiolo Danilo Concetto (classe 1988), responsabile del reato di furto aggravato. Intorno alle 15.30 di quel pomeriggio, la sala operativa della Questura ha inviato un equipaggio presso il centro commerciale “Porte di Catania “, in via Gelso Bianco.

Qui, il personale di un grande negozio di calzature e abbigliamento aveva bloccato l'uomo il cui passaggio oltre le casse aveva attivato l’allarme delle barriere antitaccheggio poste all’uscita dell’esercizio commerciale. L’arrivo dei poliziotti ha indotto il taccheggiatore ad ammettere di aver tentato di rubare un pantalone sportivo del valore di 39,90 euro.

Con un piccolo tronchesi di cui era munito, aveva dapprima eliminato la placca del sistema antitaccheggio e poi aveva indossato sotto i jeans con i quali era vestito. Il tentativo, però, è stato vanificato da un ulteriore sistema antifurto di cui era dotato il capo preso di mira, allertando, così, il personale che lo ha subito fermato all’uscita.

Il Carchiolo è stato arrestato e sottoposto ai rilievi dattiloscopici; dopodiché, per disposizione del Pm di turno, è stato posto agli arresti domiciliari, in attesa del giudizio direttissimo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

  • Coronavirus, in Sicilia 1.913 nuovi casi e 40 morti: a Catania +486 contagi

Torna su
CataniaToday è in caricamento