Controlli nei locali del porto, fioccano denunce e multe

Denunciati per abusiva occupazione di spazio demaniale i titolari di due locali: multe anche per le bevande in vetro, violazione del diritto d'autore e vigilantes irregolari

Continua il progetto d’intensificazione dell’attività di controllo del territorio della polizia di Stato, per il contrasto dell’illegalità diffusa a ogni livello. Con l’apertura del porto di Catania alla città, che ha richiamato, vista la presenza di diversi esercizi pubblici, una moltitudine di cittadini, si è reso necessario intensificare i controlli amministrativi nelle ore serali e notturne. Nelle scorse settimane è stata eseguita un’attività di controllo e accertamento organizzata dalla questura di Catania: sono emerse numerose trasgressioni, con conseguenti multe ai gestori dei locali. Sono stati controllati quattro esercizi pubblici, con diverse violazioni di carattere amministrativo e in tre casi, anche di carattere penale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Denunciati per abusiva occupazione di spazio demaniale i titolari di due locali che avevano occupato una superficie superiore a quella consentita. Una ulteriore denuncia ha riguardato la violazione del diritto d'autore commessa durante un’attività di intrattenimento musicale. Le altre contestazioni di carattere amministrativo hanno riguardato la somministrazione di alimenti legati alla mancata osservanza delle norme di legge che governano lo svolgimento di tali occupazioni. Comminate sanzioni amministrative per inosservanza dell’obbligo della scia e della dia sanitarie per la somministrazione di bevande alcoliche e analcoliche e per l’inosservanza dell’obbligo di servire le bevande in contenitori monouso, senza la distribuzione di bottiglie in vetro tra le ore 18 e le 4 del mattino. L’attività di buttafuori è stata motivo di due contestazioni per altrettanti illeciti amministrativi derivanti dal mancato possesso delle autorizzazioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spaccio di droga e i furti in abitazioni: undici le persone arrestate

  • Scattano le prime multe da 400 euro per mancanza di mascherina

  • Falsi invalidi, il sistema architettato da 6 medici: 21 indagati

  • Coronavirus, anche oggi nessun decesso: a Catania zero nuovi contagi

  • Ikea, nuovi orari di apertura per lo store di Catania

  • Amazon annuncia l’apertura di un nuovo deposito di smistamento a Catania

Torna su
CataniaToday è in caricamento