Porto, in auto con taniche piene di gasolio rubato: denunciato

È così che quattro militari, approfondendo l’ispezione, hanno rinvenuto all’interno del portabagagli taniche piene di carburante. Alla richiesta dei Finanzieri il responsabile non è riuscito a dimostrare la legittima provenienza del prodotto petrolifero

I militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Catania, in servizio ai varchi doganali del porto, durante i controlli di routine sui mezzi in transito, hanno sottoposto a controllo un’autovettura, poco prima segnalata dalle guardie giurate di ronda, che si apprestava ad abbandonare lo scalo marittimo. Il soggetto alla guida, originario di Catania classe ’51, è subito apparso agli operanti agitato per il controllo.

È così che quattro militari, approfondendo l’ispezione, hanno rinvenuto all’interno del portabagagli taniche piene di carburante. Alla richiesta dei Finanzieri il responsabile non è riuscito a dimostrare la legittima provenienza del prodotto petrolifero e, pertanto, è stato deferito all’Autorità Giudiziaria etnea per il reato di ricettazione, mentre il carburante e l’autovettura sono stati sequestrati.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"È plausibile ritenere che quanto rinvenuto sia stato sottratto dai numerosi mezzi in sosta all’interno del sedime portuale e che, successivamente, sarebbe stato rivenduto sul mercato illecito", si legge nella nota della Guardia di Finanza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Gestivano piazze di spaccio e furti di carburante nel Catanese, 11 arresti

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Aumento esponenziale dei casi di Coronavirus, Randazzo è zona rossa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento