Poste, ex dipendente infedele ruba oltre 350 mila euro dai conti dei clienti

L'uomo lavorava nell'ufficio di Ficarazzi e accedendo abusivamente al sistema informatico aveva prelevato i risparmi delle vittime, tra loro anche un disabile

foto archivio

Aveva approfittato della buona fede degli anziani clienti e dell'accesso abusivo al sistema informatico rubando dai conti delle vittime 364 mila euro. E' stato così arrestato dai carabinieri di Aci Castello un ex dipendente delle poste italiane, un catanese di 35 anni (come precisano da Poste Italiane " il rapporto con l’ex impiegato risulta interrotto a far data 2 Ottobre 2018") con l'accusa di peculato e accesso abusivo ad un sistema informatico e telematico. I reati sarebbero stati commessi tra il novembre del 2015 e l’agosto del 2018.

Le indagini, coordinate dai magistrati della procura etnea, hanno evidenziato come l’ex impiegato si sia appropriato di denaro, investito in titoli di risparmio postale di otto anziani clienti, tra loro anche un disabile- dell'ufficio postale dove lavorava, a Ficarazzi. 

Lo storno dei conti delle vittime è avvenuto attraverso l’accesso illegale ai sistemi informatici di poste italiane. Grazie alle denunce presentate ai carabinieri da alcune delle vittime, che avevano notato delle anomalie sui propri conti correnti, si sono potuti svolgere degli approfondimenti investigativi avvenuti con la piena collaborazione del servizio antifrode di poste italiane, così da risalire a tutte le operazioni illecite dell’indagato che gli hanno consentito di sottrarre delle somme quantificate in 364.120 euro.   

Adesso l'uomo si trova ai domiciliari ed è stato disposto il sequestro e la confisca di tutti i conti correnti e delle proprietà dell’indagato per l’equivalente della somma indebitamente sottratta alle vittime.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento