rotate-mobile
Venerdì, 24 Maggio 2024
Cronaca Bronte

Poste Italiane: per la festa del papà una cartolina dedicata

“A te che mi insegni a costruire i sogni”: recita così la cartolina di quest’anno che Poste Italiane dedica alla Festa del Papà in calendario la prossima domenica

“A te che mi insegni a costruire i sogni”: recita così la cartolina di quest’anno che Poste Italiane dedica alla Festa del Papà in calendario la prossima domenica. Una frase, quella riportata nell’edizione 2023 dell’atteso prodotto filatelico – disponibile nei tre uffici con sportello filatelico della provincia etnea – che accompagna l’immagine di due mani, l’una nell’altra, a sintetizzare il tenero supporto reciproco tra un padre e un figlio. Un’occasione per ogni collezionista e un modo per sostenere il valore della scrittura e custodire nel tempo un ricordo della festività.

“A 12 anni dalla prima figlia e a 7 dal secondo, Lorenzo è stato un nuovo inizio”. Mauro Toscano di Bronte, portalettere nella sua città, racconta emozionato “Sono felice di aver messo su già a 38 anni una bella famiglia con tre figli”. In azienda dal 2008, dopo diversi anni nei centri di recapito del circondario, è in servizio dal 2016 nella sua Bronte, dove lavora anche la moglie Roberta. “Per stare accanto a lei – continua Mauro – ho goduto del congedo di paternità, ma ho anche avuto la possibilità di usufruire di molti giorni di ferie in continuità. Per circa tre settimane sono rimasto al fianco di tutti quanti e mi sono goduto il piccolo Lorenzo”.

In un Paese in cui la crisi demografica si fa preoccupante e anche i primi dati pubblicati dall’Istat sul 2022 confermano una costante detanalità, la famiglia di Mauro costituisce una felice eccezione. Lui e la moglie, con cui è sposato da tredici anni, sono certamente un esempio di coraggio. Conciliare la vita lavorativa di entrambi con i tanti impegni che li attendono a casa richiede un notevole sforzo. “Serve molta collaborazione – precisa – ma è naturale cercare di incastrare orari e impegni, per l’armonia di tutti. Io, grazie ai miei orari di lavoro, accompagno sempre i bimbi a scuola e li seguo anche nelle varie attività exstrascolastiche”. I fine settimana sono i momenti di maggiore libertà e svago.

“Resteremo in famiglia, per questa festa del papà – racconta –. Lorenzo è ancora piccolo, ma la bella stagione è alle porte, sarà bellissimo fargli conoscere le bellezze naturali del nostro territorio”. Occuparsi della crescita dei figli è ormai anche una questione di parità. Poste Italiane ha infatti promosso anche in provincia di Catania una serie di iniziative a sostegno della parità di genere dei propri dipendenti e della genitorialità. L’Azienda ha pensato per le neo-mamme e per i neo-papà a un percorso dedicato “Lifeed” che ha come obiettivo anche quello di valorizzare le competenze dall’esperienza genitoriale: la gestione del tempo, l’ascolto, la pazienza, l’empatia e la comunicazione. Le capacità e le qualità acquisite come neo-genitori vengono potenziate grazie ad un intenso programma differenziato per fascia d’età che prevede di momenti di dialogo e confronto in azienda.

La grande attenzione che Poste Italiane dedica ai dipendenti, in ogni fase della loro vita, è stata confermata anche dalla certificazione “Top Employers”, ottenuta per il quarto anno consecutivo, dedicata alle aziende che si distinguono per le migliori politiche di gestione delle risorse umane. Un insieme di pratiche organizzative e di sviluppo del potenziale umano e professionale che facilita la creazione di un ambiente di lavoro e di relazione in cui ogni dipendente può realizzare il proprio talento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Poste Italiane: per la festa del papà una cartolina dedicata

CataniaToday è in caricamento