Posto Occupato compie 3 anni: al via una nuova iniziativa

La campagna contro la violenza sulle donne ha spento 3 candeline. A settembre una nuova iniziativa di sensibilizzazione anche a Catania

 Posto Occupato, la campagna di sensibilizzazione contro la violenza sulla donne, ha compiuto 3 anni. L'idea della messinese Maria Andaloro ha fatto il giro dell'Italia e del mondo attraverso un gesto concreto e tangibile capace di evidenziare l'assenza, il vuoto che ogni donna vittima di femminicidio lascia.

"Posto occupato - ci dice Maria Andaloro - è diventata una campagna virale e di questo ne sono felice. A Catania hanno aderito sin da subito il teatro Stabile, il Comune e l'assessorato guidato da Valentina Scialfa, ma anche il club dei Rotary, la Cisl e lo Sheraton Hotel. La città etnea ha risposto subito all'iniziativa, ma anche moltissime città del nord Italia. E adesso dopo i tanti passi fatti, abbiamo scelto di dare vita ad una nuova iniziativa di sensibilizzazione,qualcosa di itinerante che passerà anche per le vie di Catania".

Anche noi come redazione di CataniaToday abbiamo scelto di aderire alla campagna, perché un posto tra le scrivanie e i pc del giornale sarebbe potuto appartenere ad una donna che invece oggi non c'è più, vittima di una violenza cieca e di un delitto che porta il nome di femminicidio. Questo posto sarebbe potuto essere di Stefania, Giordana, Luana, Laura e tutte le altre donne catanesi uccise per mano di un uomo.

"Una delle più grandi soddisfazioni di questi tre anni - continua Maria Andaloro - è stata sapere che una giovane donna di soli 14 anni ha scelto di dedicare la sua tesina per gli esami di terza media alla violenza sulle donne. Ha parlato di Posto Occupato, ha studiato e analizzato le dinamiche del femminicidio. Ecco io credo che sia necessario formare e informare soprattutto le nuove generazioni, per questo la nuova iniziativa che sto organizzando girerà la Sicilia e coinvolgerà anche numerose scuole etnee. Alle donne - conclude l'ideatrice di Posto Occupato - voglio dire di non avere paura e di non sentirsi sole. L'amore e il terrore non vanno a braccetto ed è necessario comprendere la violenza prima che arrivi e si manifesti".

A breve Maria Andaloro renderà noti i dettagli della nuova iniziativa itinerante che dovrebbe prendere il via dalla fine di settembre.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

Torna su
CataniaToday è in caricamento