rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Cronaca

Povertà, la Caritas lancia l'allarme: "A Catania 700 interventi alimentari al giorno"

"La pandemia ed il periodo storico nell'ultimo biennio non ha di certo migliorato i numeri e le condizioni di povertà. Va detto che sono state tante le chiusure di piccole attività artigianali e commerciali che hanno portato tante persone in difficoltà a venire in Caritas"

"La pandemia ed il periodo storico nell'ultimo biennio non ha di certo migliorato i numeri e le condizioni di povertà. Va detto che sono state tante le chiusure di piccole attività artigianali e commerciali che hanno portato tante persone in difficoltà a venire in Caritas". Lo afferma all'AdnKronos Salvatore Pappalardo responsabile del Help Center della Caritas Diocesana di Catania.

"Faccio un esempio sui bisogni primari legati all'alimentazione: ci ritroviamo ad aver chiuso il 2021 - osserva Pappalardo - con una media di 700 interventi alimentari al giorno dal lunedì alla domenica con 500 pasti a mensa e 200 in media legati a pacchi spesa o interventi per mamme con bambini. Ci sono poi i tantissimi interventi quotidiani di aiuto come le utenze domestiche, gli affitti, i mutui e quant'altro...".

"A livello regionale siciliano - evidenzia Pappalardo - tra i 18 centri della Caritas diocesana, Catania non è al primo posto ma e' certamente nel podio in fatto di allarme sociale". Pappalardo infine ricorda che "c'è pure una povertà invisibile, interiore, del cuore. Povertà di chi si trova per la prima volta a vivere in condizioni difficili. Parliamo di persone, famiglie che si vergognano a venire in Caritas diocesana. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Povertà, la Caritas lancia l'allarme: "A Catania 700 interventi alimentari al giorno"

CataniaToday è in caricamento