Precari: il vicesindaco Consoli annuncia tavolo di confronto per le stabilizzazioni

La Commissione Bilancio della Camera ha infatti approvato un emendamento che prevede il rinnovo per un anno dei contratti dei lavoratori precari degli enti locali ma non per quelli dei comuni in dissesto o che, come Catania, hanno avuto approvato un Piano di rientro

"Andare avanti con serenità nell'interesse dei lavoratori precari aprendo con i sindacati, su indicazione del sindaco Bianco, un tavolo permanente di confronto per monitorare la situazione". Lo ha detto il vicesindaco e assessore al Personale Marco Consoli al termine dell'incontro con i sindacati svoltosi nel Palazzo Gandolfo e dedicato al rinnovo dei contratti dei 185 precari del Comune di Catania.

La Commissione Bilancio della Camera ha infatti approvato un emendamento che prevede il rinnovo per un anno dei contratti dei lavoratori precari degli enti locali ma non per quelli dei comuni in dissesto o che, come Catania, hanno avuto approvato un Piano di rientro. All'incontro erano presenti il coordinatore degli Rsu Giorgio Stracquadanio, la segretario confederale della Cisl Rosaria Rotolo e i segretari generali della Funzione pubblica di Cgil, Gaetano Agliozzo, Cisl, Armando Coco, Uil, Stefano Passarello, Diccap, Gianfranco Raco e Snals, Pippo Scalia.

"Abbiamo subito chiarito - ha spiegato Consoli - che Catania ha avuto approvato dalla Cosfel, una commissione ministeriale, il piano delle stabilizzazioni dei precari, che sono 185 su 2900 dipendenti e lavorano nel nostro Comune da 26 anni. Poi ho riferito delle rassicurazioni che il sindaco Bianco ha avuto a Roma dal ministro dell'Interno Alfano e dal sottosegretario Bocci, con la conferma del sostegno del Governo alla nostra azione". Consoli ha riferito che i rappresentanti dei sindacati hanno "apprezzato l'azione compiuta da Bianco a Roma e confermato l'appoggio all'Amministrazione nel programma che prevede la difesa del posto di lavoro dei precari fino alla loro definitiva stabilizzazione".

"Siamo - hanno sottolineato Agliozzo (Cgil) e Coco (Cisl) - in costante contatto con i nostri riferimenti nazionali affinché anche per le amministrazioni in dissesto o con Piani di rientro così come il Comune di Catania venga approvata al più presto una norma salva-precari che garantisca la continuità di lavoro per questi impiegati che in tutti questi anni hanno assicurato ai Comuni e non solo a quello di Catania, il buon funzionamento della macchina amministrativa. Il tavolo permanente sarà uno strumento di fondamentale importanza per raggiungere i nostri obiettivi".

Dopo il vertice, vicesindaco e forze sindacali hanno incontrato una folta rappresentanza di lavoratori - una cinquantina di persone - "rasserenandoli sul percorso che si sta avviando e sull'azione sinergica tra amministrazione, Anci nazionale e regionale e sindacati". E' stato annunciato entro qualche giorno anche un nuovo incontro tra l'amministrazione e le forze sindacali per fare il punto della situazione. Consoli ha concluso invitando i lavoratori a non farsi influenzare "da voci incontrollate diffuse con l'unico scopo di creare tensioni proprio in un momento in cui tutti devono fare squadra".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

Torna su
CataniaToday è in caricamento