Prete derubato in una chiesa di via Crociferi da coppia di rapinatori

La prima pretesa è stata quella di un'offerta, a fronte della quale l'ecclesiastico ha proposto del pane. Ma la coppia aveva ben altre mire

Una coppia di ladri, Grazia Nicolosi ed il consorte Antonino Miraglia, ha ben pensato ieri di derubare il sacerdote di una chiesa di via Crociferi, in pieno centro storico. Il “salotto catanese”, specie in questo periodo, attira numerosi turisti e molti si soffermano a guardare le bellezze del patrimonio architettonico etneo.

Il prelato aveva visto due persone trattenersi all’interno della Chiesa. E quando queste lo hanno avvicinato avrà forse pensato a una qualche richiesta di natura religiosa da parte dei due. Nulla di più sbagliato. 

La prima pretesa è stata quella di un’offerta, a fronte della quale l’ecclesiastico ha proposto del pane che si è subito apprestato a prendere in sagrestia. Ma la coppia aveva ben altre mire.

A questo punto è scattata l’aggressione nei confronti del sacerdote che si è visto depredare dei 65 euro che teneva all’interno di una tasca dell’abito talare. Soddisfatto del pur magro bottino, i due rapinatori si sono allontanati dalla chiesa, inseguiti dal reverendo e dalle sue urla. Una volante li ha arrestati poco dopo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento