menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Primo ciclo terapia, le case di cura forniranno gratuitamente 
il kit

Grazie al protocollo firmato dall'Asp e dall'Aiop (Associazione italiana ospedalità privata) i pazienti della provincia di Catania potranno essere dimessi dal ricovero con il kit sanitario utile per i primi 30 giorni di cura

Avviato un modello innovativo per la somministrazione dei farmaci per il primo ciclo di terapia: da oggi, grazie al protocollo firmato dall'Asp e dall'Aiop (Associazione italiana ospedalità privata) i pazienti della provincia di Catania potranno essere dimessi dal ricovero con il kit sanitario utile per i primi 30 giorni di cura. Un modello sperimentale - il primo in Sicilia - quello che ha visto l'adesione delle case di cura accreditate e che sancisce ancora una volta la sinergia tra pubblico e privato per innalzare il livello qualitativo dell'assistenza.

"Tra gli obiettivi dettati dall'assessorato regionale - ha spiegato il Commissario Straordinario dell'Asp Catania Gaetano Sirna, questa mattina durante la conferenza stampa - c'è quello relativo al risparmio della spesa farmaceutica: abbiamo dunque pensato di coinvolgere le strutture private per ottemperare alla normativa nazionale (legge 405 del 2001) che prevede l'erogazione diretta dei farmaci del primo ciclo di terapia. Se da un lato, le case di cura compreranno i prodotti utilizzando la scontistica che viene applicata all'Asp e che prevede oltre il 50% di sconto; dall'altro, gli utenti non dovranno utilizzare la ricetta del medico e pagare il ticket, ma potranno tornare direttamente a casa (lì dove serve) con la copertura sanitaria fino a un mese".     

Le categorie di farmaci previste sono molteplici: dagli antibiotici ai farmaci usati per il diabete e per il trattamento della malattia delle ossa, passando per gli inibitori della pompa acida, l'eparina, sostanze modificatrici dei lipidi.

"Questo accordo - ha continuato il presidente Aiop, Ettore Denti - si inserisce in una serie di iniziative che vanno in un'unica direzione: migliorare la qualità delle prestazioni a favore dell'utente. Abbiamo accolto con piacere la proposta di partnership, anche se questo comporterà una rivoluzione del modello organizzativo. Siamo certi che la collaborazione con l'Azienda sanitaria provinciale, così come già accaduto in passato, porterà benefici per i pazienti e per tutto il sistema della provincia etnea".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Attualità

McDonald’s, l’iniziativa "Sempre aperti a donare" arriva a Catania

Utenze

Rettifica della bolletta luce e gas: come richiederla

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento