menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Problemi di mobilità e sicurezza nei quartieri di San Nullo e Trappeto Nord

Su arterie fondamentali per la mobilità cittadina come via Sebastiano Catania, via Santa Rosa Da Lima, via Ota, via San Nullo,via Ballo, e via Sabato Martelli Castaldi le macchine sfrecciano a tutta velocità

Il consigliere comunale Sebastiano Anastasi, durante l'ultima seduta di consiglio comunale sulla viabilità, dopo aver affrontato le questioni riguardanti il caos che puntualmente si verifica nella zona del Tondo Gioeni e sulle proposte di mobilità sostenibile (car pooling e car shering) è intervenuto anche su alcuni problemi di mobilità nei quartieri di San Nullo e Trappeto Nord. "Dopo anni di attesa risulta assolutamente palese che la Ferrovia Circumetnea non intende realizzare quanto gli era dovuto secondo le indicazioni impartite dalla mobilità di cantiere - ha dichiarato Anastasi - Parliamo di un 'cappio torna-indietro' sulla circonvallazione, tratto viale Vivaldi, da costruire prima della rotatoria di via Michele Amari. Un’opera indispensabile che, a questo punto, va portata a termine dall'amministrazione comunale e in tempi celeri vista l’emergenza legata alla pubblica incolumità".

Sul tema poi dell'alta velocità ha aggounto che, nel periodo in cui ricopriva il ruolo di presidente dell’allora VI municipalità, ha fatto convocare dalla precedente amministrazione un tavolo tecnico per questo problema. Una questione che ha ripreso sin dal primo momento in cui insediato in consiglio comunale inviando una nota specifica all'attuale assessore D’Agata.

Su arterie fondamentali per la mobilità cittadina come via Sebastiano Catania, via Santa Rosa Da Lima, via Ota, via San Nullo,via Ballo, e via Sabato Martelli Castaldi le macchine sfrecciano a tutta velocità sopratutto la notte con le corsie sgombre. "Nell’interesse di Palazzo degli Elefanti, per evitare altri morti sulle nostre strade, è giunta l'ora di installare dei dissuasori, come i passaggi pedonali sopraelevati, che riducano o eliminino certi comportamenti incoscienti da parte di tanti che si mettono alla guida. Opere con dimensioni e pendenze ben precise che evitino di assimilarli ai dossi artificiali impossibili da installare ai sensi del codice della strada", conclude Anastasi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Utenze

Rettifica della bolletta luce e gas: come richiederla

social

Forno a microonde: quali cibi non cucinare al suo interno

Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento