rotate-mobile
Lunedì, 27 Giugno 2022
Cronaca

Tentata concussione, chiesto rinvio a giudizio per l'ex assessore Girlando

L'ex assessore al bilancio della giunta Bianco avrebbe abusato della propria carica nel definire una transazione di 4 milioni di euro tra il Comune e una società

Giuseppe Girlando, ex assessore al bilancio e al patrimonio della giunta Bianco è stato rinviato a giudizio dalla procura etnea per tentata concussione aggravata. Il provvedimento, firmato dal sostituto procuratore Fabio Regolo, è legato ad un'inchiesta che ha preso il via dalla denuncia del titolare di una società che aveva con l'amministrazione comunale una transazione in atto.

L'imprenditore in questione, secondo l'accusa, avrebbe subìto da Girlando la minaccia di "promettere la propria indebita intercessione nei confronti di un consigliere" per "non fargli ostacolare l'approvazione da parte del consiglio comunale della delibera di giunta su Sostare avanzata proprio dall'allora assessore al bilancio. L'accordo sarebbe saltato a causa della "resistenza della persona offesa", che avrebbe quindi subìto "un danno patrimoniale di rilevante gravità consistito nell'ammontare della transazione non stipulata" di quasi 4 milioni di euro.Deposista agli atti anche una telefonata tra Girlando e il titolare della società, registrata proprio da quest'ultimo.

"Siamo certi che le decisioni della magistratura, nella quale riponiamo la massima fiducia, potranno chiarire in termini positivi la vicenda legata all'avvocato Giuseppe Girlando, già assessore al bilancio del Comune di Catania". Così scrive l'amministrazione comunale in una nota apprendendo la notizia della richiesta di rinvio a giudizio di Girlando. "Tutti conoscono l'integrità morale dell'amministratore e del professionista - continua la nota - che sicuramente emergeranno. Gli atti dell'assessore Girlando, come tutti quelli esitati dalla giunta municipale, sono stati contraddistinti da rigore e rispetto della legge, dopo avere sempre superato diversi livelli di controllo e di verifica. Confidiamo che Giuseppe Girlando potrà dimostrare la correttezza del suo comportamento"

Deposista agli atti anche una telefonata tra Girlando e il titolare della società, registrata proprio da quest'ultimo.L'udienza preliminare è fissata per il prossimo 3 febbraio, presieduta dal Gup Carlo Umberto Cannella.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tentata concussione, chiesto rinvio a giudizio per l'ex assessore Girlando

CataniaToday è in caricamento