rotate-mobile
Martedì, 27 Settembre 2022
Cronaca Corso Italia / Piazza Giovanni Verga

Buco di bilancio del Comune, Giudice "tradito" da Facebook

Il giudice Sebastiano Mignemi, uno dei componenti del collegio giudicante, ha presentato istanza di astensione dal processo per un "Mi piace" che Mignemi ha cliccato sulla pagina facebook dell'associazione catanese Città Insieme che al processo è costituita parte civile

Nell'era dei social network, anche i processi vengono rinviati per un "Mi piace" di troppo. Succede a Catania, il processo in questione è quello in appello per il buco di bilancio al Comune di Catania.

Questa mattina, infatti, il giudice Sebastiano Mignemi, uno dei componenti del collegio giudicante, ha avanzato alla presidenza della Corte d'appello un'istanza di astensione dal processo. La motivazione, che lo stesso giudice ha letto in aula, è legata proprio a un "Mi piace" che Mignemi ha cliccato sulla pagina facebook dell'associazione catanese Città Insieme che al processo è costituita parte civile.

Il giudice ha motivato questa decisione spiegando di volere fugare ogni dubbio nei confronti degli imputati sulla imparzialità della Corte d'Appello chiamata a giudicare gli ex amministratori comunali. Tra questi vi sono l'ex ragioniere generale di Palazzo degli Elefanti, Vincenzo Castorina e gli ex assessori di una delle giunte guidate da Umberto Scapagnini. La decisione del giudice Mignemi è legata anche a due istanze di ricusazione, una presentata lo scorso 27 marzo da tre ex amministratori, e un'altra notificata stamani.

Oggi, intanto, è stato anche formalizzato il decesso di Umberto Scapagnini, morto lo scorso 2 aprile pochi giorni dopo l'ultima udienza del processo

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Buco di bilancio del Comune, Giudice "tradito" da Facebook

CataniaToday è in caricamento