Sabato, 23 Ottobre 2021
Cronaca

Processo operazione "Castigo", 64 anni di carcere per otto imputati

Le indagini erano state avviate dopo telefonate al 112 da parte di numerosi cittadini che segnalavano un consistente spaccio di droga gestito tra la vie Tartini e Macaluso

Circa 64 anni di carcere per otto imputati. E' la sentenza del processo Castigo emessa dal Gup di Catania, col rito abbreviato, nei confronti di un'organizzazione che spacciava marijuana nel rione Picanello, per un giro d'affari stimato in circa 1.800 euro al giorno.

Le indagini erano state avviate dopo telefonate al 112 da parte di numerosi cittadini che segnalavano un consistente spaccio di droga gestito tra la vie Tartini e Macaluso.

Gli accertamenti dei carabinieri del nucleo investigativo del comando provinciale hanno trovato riscontri sfociati in un'inchiesta coordinata dalla Procura distrettuale di Catania.

A conclusione del processo, il Gup ha comminato 12 anni di reclusione a Francesco Pulvirenti, 32 anni; dieci anni a Raffaele Salvatore Nolfo, di 41 anni; nove anni e otto mesi a Alfio Casabianca, di 26 anni; nove anni e sei mesi a Giovanni Giordano, di 33 anni; otto anni e due mesi a Luca Odorifero, di 29 anni; cinque anni e otto mesi a Antonina Scuderi, di 58 anni; quattro anni e cinque mesi a Carlo Giovanni La Rosa, di 21 anni; e quattro anni e due mesi a Gioele Carmelo Musumeci, di 31 anni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Processo operazione "Castigo", 64 anni di carcere per otto imputati

CataniaToday è in caricamento