menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Processo Ciancio, la requisitoria proseguirà il 26 marzo

Nell'ultima udienza il pg Miriam Cantone ha ricostruito le tappe dell'inchiesta e ha citato le dichiarazioni di 11 pentiti

Nel corso dell'ultima udienza del processo, in Corte d'Appello a Catania, che vede come protagonista Mario Ciancio Sanfilippo. Nello specifico il procedimento è nato dal ricorso della difesa contro il provvedimento di sequestro e confisca dei beni dell'editore disposto dalla sezione misure di prevenzione del Tribunale.

Il sostituto pg Miriam Cantone ha ricostruito il percorso dell'inchiesta di primo grado e citato le dichiarazioni di 11 pentiti. La requisitoria continuerà il 26 marzo con l'intervento del Pm Antonino Fanara. Il ricorso contro la sentenza di primo grado era stato depositato dagli avvocati Carmelo Peluso, Francesco Colotti e Nerio Giuseppe Diodà. Arringhe del collegio di difesa sono previste il 21 maggio e il 18 giugno.

Il sequestro finalizzato alla confisca per beni stimati in complessivi 150 milioni di euro è stato chiesto dalla Procura ed eseguito il 24 settembre scorso dai carabinieri. Tra i beni interessati dal provvedimento ci sono anche la Dse che edita il quotidiano La Sicilia di Catania e la maggioranza delle quote societarie della Gazzetta del Mezzogiorno di Bari. Il tribunale ha nominato amministratori giudiziari Angelo Bonomo e Luciano Modica per garantire la continuazione dell'attività del gruppo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Covid-19 e meteo: come le temperature agiscono sul virus

Sicurezza

Bonus antifurto 2021: i requisiti per richiederlo

Ristrutturare

Parquet in casa: guida ai diversi tipi di legno

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento