Cronaca

Omicidio Giordana, niente comunità da Don Mazzi: Priolo resta in carcere

La difesa aveva richiesto che l'omicida della giovane mamma potesse scontare la sua pena ai domiciliari,nella comunità di Don Mazzi, ma il giudice ha rigettato l'istanza di modifica di custodia cautelare

Resta in carcere Luca Priolo, assassino ed ex fidanzato della giovane Giordana Di Stefano, uccisa il 6 ottobre 2015 con 48 coltellate. Nell'ultima udienza del processo per la morte della ragazza, madre e danzatrice, il legale della difesa aveva chiesto che Priolo potesse scontare la pena presso la comunità di Don Mazzi agli arresti domiciliari. Il pm Alessandro Sorrentino invece ha chiesto per Priolo l'ergastolo, sostenendo che l'omicida abbia compiuto nell'assoluta capacità di intendere e di volere il delitto, a meno di 24 ore della prima udienza per stalking a suo carico.

In attesa della sentenza del Gup Rosa Alba Recupido prevista per il 31 ottobre 2017, il giudice ha però rigettato l'istanza di modifica di custodia cautelare per Priolo che quindi continuerà a scontare la propria pena per l'assassinio della ex in carcere.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Giordana, niente comunità da Don Mazzi: Priolo resta in carcere

CataniaToday è in caricamento