Processo Iblis: verbalizzate le dichiarazioni di Venturi e Mirabile

Sono stati depositati dalla Procura della Repubblica di Catania i verbali con le dichiarazioni dell'ex assessore regionale Marco Venturi e di un nuovo collaboratore di giustizia, il pentito Giuseppe Mirabile

Sono stati depositati dalla Procura della Repubblica di Catania, durante l'udienza dell'inchiesta antimafia 'Iblis', davanti al gip Marina Rizza nell'ambito nell'udienza preliminare per la richiesta di rinvio a giudizio coatta dei fratelli Raffaele ed Angelo Lombardo, i verbali con le dichiarazioni dell'ex assessore regionale Marco Venturi e di un nuovo collaboratore di giustizia, il pentito Giuseppe Mirabile.

Quest'ultimo è stato arrestato all'inizio dell'anno in corso dai carabinieri del Ros nell'ambito dell'operazione 'Efesto'. Mirabile è ritenuto uno dei responsabili del gruppo del clan Santapaola che opera nel Villaggio S.Agata di Catania. Il governatore dimissionario è presente in aula. Assente invece il fratello Angelo.

E' stata aggiornata a martedì prossimo l'udienza preliminare per la richiesta di rinvio a giudizio coatta per concorso esterno in associazione mafiosa del presidente della Regione Siciliana, Raffaele Lombardo, e di suo fratello Angelo, deputato nazionale del Mpa. Il 16 ottobre il gip Marina Rizza decidera' sull'ammissibilita' dei verbali del neopentito Giuseppe Mirabile e delle dichiarazione di due ex assessori della Giunta regionale, Marco Venturi e Andrea Vecchio. il giudice ha già messo in calendario un'altra udienza, che si terra' il 30 ottobre: quel giorno potrà iniziare la discussione dell'udienza preliminare o dare il via, se ne ricorrera' il caso, a riti alternativi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento