Processo Lombardo, ex assessore ai Lavori pubblici nega raccomandazione

Scammacca Della Bruca è stato ascoltato in merito ad un suo presunto intervento, nel 2002, con Lombardo per far avere la concessione per un ristorante, circostanza venuta fuori dall'interrogatorio di Paolo Mirabile

"Mi hanno chiesto varie cose rispetto alla mia attività, su questo presunto incontro, che secondo me non è mai avvenuto e ho detto di non conoscere questa persona". Ha risposto così al Gup di Catania Marina Rizza, l'ex assessore regionale ai Lavori pubblici Guglielmo Scammacca Della Bruca, sentito nel processo con rito abbreviato per concorso esterno in associazione mafiosa a carico dell'ex presidente della Regione Raffaele Lombardo.

Scammacca Della Bruca è stato ascoltato in merito ad un suo presunto intervento, nel 2002, con Lombardo per far avere la concessione per un ristorante, circostanza venuta fuori dal verbale dell'interrogatorio di Paolo Mirabile.

"Più che un'accusa -ha affermato l'ex assessore al termine dell'udienza- era il racconto di una tentativo di farmi fare caldeggiare con Lombardo una richiesta di alcuni amici loro pare sulla concessione per un ristorante. Io ho risposto dicendo che escludo perche' credo di non conoscere queste persone. D'altra parte in quegli anni ero assessore regionale e incontravo decine se non centinaia di persone al giorno, ma penso di poter escludere serenamente che sia mai avvenuto".

Prossima udienza il 6 marzo, quando sarà interrogato Raffaele Lombardo. Durante l'audizione, a Scammacca della Bruca sono state chieste notizie sul ricovero, sempre nel 2002, di Nino Santapaola, zio di Giuseppe Mirabile, in una casa di cura di Catania.

"In più di un episodio -ha affermato l'ex assessore- Nino Santapaola è stato in alcuni casi, in un certo periodo, cliente di mio suocero psichiatra, ma è stata una domanda nozionistica. Mirabile, io l'ho saputo adesso -ha aggiunto- è nipote di Nino Santapaola e quindi probabilmente si voleva capire quale fosse il rapporto, il grado di conoscenza. Se io dovessi avere rapporti di conoscenza con tutti i clienti che passano dalla Carmide negli ultimi 30 anni avrei 250 mila voti. Io non so neppure i Mirabile che faccia abbiano. Non e' escludibile che li abbia conosciuti in qualche riunione facendo vita politica, ma penso -ha concluso Scammacca della Bruca- che determinati personaggi me li ricorderei".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento