menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Processo per la morte della piccola Nicole, nominati i periti

Nel procedimento sono otto le parti civili ammesse: i genitori, i nonni materni e paterni, l'assessorato regionale alla Sanità e la casa di cura

Proseguono le indagini della magistratura per far luce sulle cause che hanno contribuito alla morte della piccola Nicole Di Pietro, nata nella clinica Gibiino di Catania e deceduta alcune ore dopo mentre era su un'ambulanza diretta all'ospedale di Ragusa il 12 febbraio 2015. E' stato adesso nominato un collegio di periti: lo ha deciso la prima sezione del Tribunale monocratico di Catania, presieduto da Giuseppina Montuori, che conferirà l'incarico e il mandato nell'udienza del prossimo 26 febbraio.

Imputati sono la ginecologa Maria Ausilia Palermo, difesa dall'avvocato Paolo Spanti, il neonatologo Antonio Di Pasquale, rappresentato dal penalista Walter Rapisarda, e l'anestesista Giovanni Gibiino, difeso dall'avvocato Piero Granata, indagati per omicidio colposo, l'ostetrica Valentina Spano' difesa dall'avvocato Carmelo Peluso, per false attestazioni. Nel procedimento sono otto le parti civili ammesse: i genitori, i nonni materni e paterni, l'assessorato regionale alla Sanità e la casa di cura. I legali dei familiari di Nicole, gli avvocati Michele Ragonese e Mary Chiaramonte, hanno citato in giudizio la clinica e la casa di cura, assistita dal penalista Tommaso Tamburino, e' presente nel procedimento con un doppio ruolo: di parte lesa e parte civile.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

A Catania arriva PonyU Express: per negozianti e privati

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento