Cronaca

Uccise una ragazza investendola nel 2009, Cassazione conferma la condanna

Diego Pappalardo, il 24 gennaio del 2009, a Catania, in stato di ebbrezza, dopo aver forzato un posto di blocco dei carabinieri con la sua Mercedes Classe A, si scontrò con una Ford Fiesta, causando la morte di una di 20enne, Sonia Sicari, e il ferimento di altri cinque giovani

6 anni e 8 mesi di reclusione per omicidio colposo di Diego Pappalardo, che il 24 gennaio del 2009, a Catania, in stato di ebbrezza, dopo aver forzato un posto di blocco dei carabinieri con la sua Mercedes Classe A, si scontrò con una Ford Fiesta, causando la morte di una di 20enne, Sonia Sicari, e il ferimento di altri cinque giovani.

A deciderlo è stata la IV sezione della Cassazione, accogliendo la richiesta del Pg. La sentenza è stata pronunciata lunedì, ma la notizia si è appresa solo ora.

In primo grado, il 22 giugno del 2011, il Gup Laura Benanti, a conclusione del processo col rito abbreviato, aveva condannato Pappalardo a 10 anni e 4 mesi per omicidio volontario. Nel processo di secondo grado, con la richiesta della Procura generale, accolta, il reato è stato derubricato a omicidio colposo e Pappalardo è stato condannato a 6 anni e 8 mesi. La sentenza, confermata dalla Cassazione, è adesso definitiva.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uccise una ragazza investendola nel 2009, Cassazione conferma la condanna

CataniaToday è in caricamento