Mafia, processo Iblis: procura presenta nuovi documenti contro Lombardo

L'ex governatore si è presentato in aula dicendo ai cronisti che lo intervistavano di essere particolarmente sereno. Le arringhe difensive sono state fissate per il 17-18-19 settembre. Poi la sentenza

Questa mattina una nuova documentazione è stata depositata dalla procura dinanzi al gup di Catania Marina Rizza contro l'ex presidente della regione nell'ambito del procedimento "Iblis".

E’ iniziata quindi la tre giorni della requisitoria della procura nell’ambito del processo per concorso esterno in associazione mafiosa a carico di Raffaele Lombardo che si celebra con il rito abbreviato.

Intanto l’ex governatore si è presentato in aula dicendo ai cronisti che lo intervistavano di essere particolarmente sereno. L’esponente politico ha anche ribadito la propria estraneità nell’ultima vicenda giudiziaria che lo riguarda, cioè l’inchiesta per voto di scambio durante le elezioni regionale 2012 in cui è coinvolto anche il figlio, Toti, attuale parlamentare del Pds a Palazzo dei Normanni: “Nessuno scambio”, ha detto Lombardo prima di entrare in aula.

La requisitoria proseguirà domani e il 18 luglio. Le arringhe difensive sono state fissate per il 17-18-19 settembre. Poi la sentenza.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

Torna su
CataniaToday è in caricamento