Cronaca

Tre nomi per il posto di procuratore della Repubblica ancora vacante

I nomi: Giovanni Tinebra candidato di Magistratura indipendente, il sostituto della Dda etnea Giuseppe Gennaro e il sostituto procuratore generale di Roma Giovanni Salvi

Il posto di procuratore della Repubblica di Catania è ancora vacante. Tra i possibili candidati, Giovanni Tinebra, candidato di Magistratura indipendente, nominato nel 2006 procuratore generale a Catania e già procuratore della Repubblica a Caltanissetta. Le condizioni di salute di Tinebra non sarebbero, però, buone tanto da non consentirgli di presentarsi come testimone al processo Mori.

Il secondo nome è quello di Giuseppe Gennaro, sostituto procuratore a Catania, candidato di Unicost. E’ oggetto di un’altra interrogazione firmata dal leader de L’Italia dei valori Antonio Di Pietro. Vi si denunciano “i rapporti personali tra Gennaro e il boss mafioso Carmelo Rizzo” e l’acquisto di una casa da una società riconducibile allo stesso Rizzo. Una storia, resa nota dai giornalisti Giuseppe Giustolisi e Marco Travaglio che sono stati querelati da Gennaro ma assolti dall’accusa di diffamazione dal Tribunale di Roma con una sentenza non appellata dalla Procura.

Il terzo nome non è catanese. E' Giovanni Salvi, sostenuto da Magistratura democratica. E’ autore di tante inchieste su terrorismo e mafia.

Questi sono i nomi emersi dal voto della Commissione referente del Csm: Giovanni Tinebra (2 preferenze), il sostituto della Dda etnea Giuseppe Gennaro (2 voti) e il sostituto procuratore generale di Roma Giovanni Salvi (1). Nel successivo step, in una prima votazione il Csm deciderà i due che andranno al “secondo turno”, dal quale verrà fuori il nome finale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tre nomi per il posto di procuratore della Repubblica ancora vacante

CataniaToday è in caricamento