menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La guardia di finanza scova un carico di merce cinese irregolare

Trovati un container ed un intero deposito di prodotti non in linea con le norme europee

I finanzieri di Catania hanno individuato un operatore venditore cinese specializzato nella commercializzazione di prodotti non in linea con le norme europee. Seguendo un container sospetto proveniente dalla Cina, sbarcato da una nave attraccata alla smarittima merci, i finanzieri ed i doganieri hanno proceduto al controllo presso la sede dell’importatore. All’apertura del container e dal riscontro delle prime scatole poste nella prossimità delle porte d’accesso, la merce sdoganata risultava conforme e regolare. Tuttavia i beni posti all’inizio del contenitore costituivano solo il “carico di copertura” per il vero business del pluripregiudicato cinese, già denunciato per reati di contraffazione. Dietro gli articoli legali si celavano numerosi colli contenenti beni vietati alla commercializzazione in Italia e nell’Unione Europea: giocattoli, prodotti di cartoleria, lacche per capelli, colle per insetti e topi, silicone in tubetti. Non sono infatti conformi alla normativa comunitaria posta a tutela della salute dei consumatori.

Tra questi vi erano anche bombolette spray del tipo “Blade Spitter” contenenti il famigerato gas ods, altamente nocivo per la salute dello strato d’ozono dell’atmosfera terrestre. La merce era inoltre stata introdotta in Italia di contrabbando. Sul documento doganale di importazione è stata fatta una dichiarazione artefatta, in modo da evitare eventuali controlli di sicurezza. Il controllo dell’attività commerciale ha poi portato alla scoperta di un enorme deposito di beni contraffatti o in violazione alla sicurezza dei prodotti.Il grossista, nel corso delle attività ispettive, non è stato in grado di esibire nessuna documentazione fiscale né amministrativa che giustificasse la legittima provenienza della merce presente all’interno del magazzino di proprietà e posta alla vendita. Al termine del controllo, l'ispettore è stato denunciato per i reati di contrabbando, ricettazione, contraffazione, frodi contro le industrie nazionali, vendita di prodotti industriali con segni mendaci e alla segnalazione alla camera di Commercio per vendita di prodotti non in linea con le prescrizioni previste dalle norme relative alla sicurezza dei prodotti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Giardino

Piante: perchè tenere in casa la Dracaena Fragrans

social

Bonus Tv 2021: come richiederlo ed ottenerlo

Sicurezza

Risparmio di acqua ed energia: consigli e sistemi innovativi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Confcommercio Fipe: "Basta dall'1 febbraio riapriamo"

  • Formazione

    Lavoro: le figure professionali più ricercate dalle aziende

  • Meteo

    Meteo, da una inusuale estate all'inverno in solo 7 giorni

Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento