Produceva la marijuana che piazzava ai clienti della sua sala giochi

Sapendo che l'uomo è titolare di una sala giochi attiva a Biancavilla, i carabinieri ne hanno perquisito i locali rinvenendo all’interno di un armadietto altri 500 grammi di “marijuana”

I carabinieri con l'aiuto dei militari dello squadrone Eliportato Cacciatori di Sicilia, hanno arrestato un 30enne, poiché ritenuto responsabile di coltivazione illecita e detenzione finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti. Perlustrando il territorio di Biancavilla, i militari, in contrada Croce al Vallone, hanno sorpreso l'uomo all’interno del proprio fondo agricolo intento ad irrigare una piantagione di canapa indiana, composta da una ventina di piante del tipo denominato “Orange Bud”.

Perquisendo la proprietà, gli operanti hanno altresì rinvenuto una busta contenente 300 grammi di marijuana già essiccata e pronta ad essere dosata e posta in commercio. Sapendo che l'uomo è titolare di una sala giochi attiva nel centro cittadino, i carabinieri ne hanno perquisito i locali rinvenendo all’interno di un armadietto altri 500 grammi di “marijuana”. La droga è stata sequestrata, mentre l’arrestato attenderà la direttissima agli arresti domiciliari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

Torna su
CataniaToday è in caricamento