Promozioni in arrivo per alcuni funzionari della polizia etnea

Ai neo promossi, l’augurio buon lavoro del Questore Alberto Francini, dei colleghi e della redazione di CataniaToday

Clicca sulla foto per ingrandire
Il consiglio di amministrazione del Ministero dell’Interno, ha promosso ben quattro funzionari della polizia in servizio nella città di Catania. Promozione alla qualifica di Dirigente Superiore Medico per il Primo Dirigente Medico dottoressa Maria Carmela Lucia Longo, attuale dirigente dell’Ufficio Sanitario Provinciale della polizia di Stato a Catania. Promozione in vista per il Vice Questore Maria Carmela Sanfilippo, attuale dirigente dell’ufficio del personale della questura etnea: dopo l’esperienza maturata presso la questura di Palermo e presso la questura di Catania, verrà promossa alla qualifica di Primo Dirigente della polizia di Stato. Alla medesima qualifica di Primo Dirigente sarà promosso il Vice Questore Emanuele Tito Cicero, attuale dirigente del Commissariato Librino. Passerà alla qualifica di Primo Dirigente anche il Vice Questore Marcello La Bella, attuale dirigente del compartimento di polizia postale di Catania, apprezzato esperto in crimini informatici e cyberbullismo. Attivissimo sul fronte del contrasto alla pedopornografia e a tutte quelle forme di reati che si realizzano attraverso la rete, La Bella ha maturato esperienza di polizia giudiziaria presso la squadra Mobile e la Digos della Questura di Enna. Ai neo promossi, l’augurio buon lavoro del Questore Alberto Francini, dei colleghi e della redazione di CataniaToday.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

Torna su
CataniaToday è in caricamento