Prosciolto il sindaco di Mirabella Imbaccari dall'accusa di falsità ideologica

L'inchiesta, avviata dalla Procura della Repubblica di Caltagirone, era sfociata nel luglio del 2011 in avvisi di chiusura delle indagini preliminari nei confronti di 17 indagati, la posizione di 11 dei quali è stata nel tempo archiviata

Enzo Marchingiglio, è stato prosciolto insieme con altre cinque persone, in sede di udienza preliminare, dall'accusa di falsità ideologica per un presunto omesso versamento di 300mila di euro Iva da parte del Comune.

Il gup ha emesso una sentenza di non luogo a procedere nei loro confronti per insussistenza dei fatti contestati. Insieme con Marchingiglio, prosciolti anche l'allora vice sindaco Giuseppe Distefano, l'ex responsabile finanziario Vincenzo Rinnone Vincenzo, l'ex esperto Gaetano Incarbone e gli ex componenti dell"organo di revisione Francesco Marotta e Benedetta Costantino.

L'inchiesta, avviata dalla Procura della Repubblica di Caltagirone, era sfociata nel luglio del 2011 in avvisi di chiusura delle indagini preliminari nei confronti di 17 indagati, la posizione di 11 dei quali è stata nel tempo archiviata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

Torna su
CataniaToday è in caricamento