Acicastello, scovata casa d'appuntamenti con prostitute colombiane

Da qualche mese, uno strano viavai di ragazze sudamericane da un appartamento ubicato all'interno di un residence di via Antonello da Messina, ad Acicastello, aveva incuriosito i condomini che pian piano si sono insospettiti anche per le luci soffuse, con effetti blu e rossi, che ogni sera si diffondevano attraverso le finestre della casa

I Carabinieri di Acireale hanno denunciato una 33enne colombiana, per agevolazione e favoreggiamento della prostituzione. Da qualche mese, uno strano viavai di ragazze sudamericane da un appartamento ubicato all’interno di un residence di via Antonello da Messina, ad Acicastello, aveva incuriosito i condomini che pian piano si sono insospettiti anche per le luci soffuse, con effetti blu e rossi, che ogni sera si diffondevano attraverso le finestre della casa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Da li l’esigenza di contattare i Carabinieri che ieri sera hanno fatto irruzione nell’appartamento sorprendendo all’interno tre ragazze colombiane, tra i 20 e i 30 anni. Una delle giovani, proprio in quel momento, stava intrattenendo un cliente giunto da pochi minuti. I militari oltre a sequestrare l’appartamento hanno accertato che il tariffario prevedeva l’esborso di 50 euro a prestazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Incidente sulla Palermo-Catania, illeso il cantante neomelodico De Martino: morto un 60enne

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Arrestato anche il secondo rapinatore della gioielleria di via Umberto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento