rotate-mobile
Martedì, 5 Luglio 2022
Cronaca

Giovani nigeriane costrette a prostitursi con riti voodoo: 15 arresti

Le indagini della squadra mobile di Catania hanno evidenziato l'esistenza di più organizzazioni criminali con basi in Nigeria, Libia, Catania, Campania ed anche altre città del Nord Italia

Quindici nigeriani sono stati arrestati dalla polizia di Catania con l'accusa di costringere alcune giovanissime connazionali a prostituirsi. Avrebbero "reclutato, introdotto, trasportato e ospitato" le ragazze in Italia per "costringerle ad esercitare la prostituzione" e per questo sono indagati a vario titolo, di associazione per delinquere, tratta di persone con l'aggravante della transnazionalità e di induzione e sfruttamento della prostituzione.

Le indagini hanno evidenziato l'esistenza di più organizzazioni criminali, con basi operative in Nigeria, in Libia, a Catania, in Campania ed in altre città del Nord Italia, che reclutavano in Nigeria giovani donne che, dopo essere state sottoposte a rito "voodoo" ed avere contratto un debito, venivano trasferite prima in Libia e poi portate in Italia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giovani nigeriane costrette a prostitursi con riti voodoo: 15 arresti

CataniaToday è in caricamento