Cronaca

Prostituzione, utilizzavano la casa cantoniera come alcova

Gli agenti hanno verificato che nella casa cantoniera in contrada Torremuzza, di proprietà dell'ex Provincia di Catania, era stata divelta l'inferriata posta sopra il muro di cinta e forzata la porta d'ingresso

La Polizia provinciale di Catania ha effettuato apposito servizio di osservazione in territorio di Belpasso e, in particolare, nella zona della strada statale 417 Catania-Gela. Gli agenti hanno verificato che nella casa cantoniera in contrada Torremuzza, di proprietà dell’ex Provincia di Catania, era stata divelta l’inferriata posta sopra il muro di cinta e forzata la porta d’ingresso.

All’interno dell’immobile è stata sorpresa una donna che si intratteneva con un cliente. Ravvisati i reati di invasione di pubblico edificio e danneggiamento i due, dopo gli accertamenti identificativi, sono stati deferiti all’Autorità Giudiziaria per la violazione degli articoli 633,635,639 bis del Codice penale.

Si indaga per verificare se tale attività fosse organizzata in quanto, nei locali vuoti della casa cantoniera, venivano ritrovati diversi materassi quasi sicuramente utilizzati dalle prostitute che stazionano in zona.

degrado 2-2

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prostituzione, utilizzavano la casa cantoniera come alcova

CataniaToday è in caricamento