Protesta: ausiliari fanno irruzione al Comune, 3 vigili urbani feriti

Momenti di tensione si sono registrati quando alcuni dei manifestanti hanno tentato di entrare nella stanza del sindaco, senza riuscirci. Oggi il Sindaco riceverà una delegazione per discutere sulla questione

Ieri, giornata di proteste in città. Anche gli ausiliari socio sanitari di cooperative che servono pasti ad alunni che usufruiscono del sistema semiconvitto, sono scesi in piazza contro il ritardo nel pagamento da mesi degli stipendi. E non si sono limitati a questo. Hanno fatto irruzione nel Municipio di Catania. Tre vigili urbani sono rimasti feriti in maniera lieve e medicati in ospedale. Momenti di tensione si sono registrati quando alcuni dei manifestanti hanno tentato di entrare nella stanza del sindaco, senza riuscirci, ed è stata rotta una vetrata al primo piano di Palazzo degli elefanti. Sul posto sono intervenuti polizia e carabinieri. La tensione è scemata quando è giunta la notizia che il sindaco avrebbe ricevuto una delegazione oggi.

Una nota dell'Usb a firma di Tabbita Siena ha, però, smentito i tafferugli avvenuti in Comune. Un'altra smentita è giunta da un comitato di genitori e lavoratori secondo cui, in realtà, si è trattato di una protesta pacifica " senza risse nè feriti".

Il Sindaco Stancanelli, però, non ha accolto bene i modi della protesta di ieri mattina e, in una nota, ha dichiarato: " Noi non ci faremo prevaricare da nessuno. Sbaglia chi pensa di far passare una linea delinquenziale. Stiamo lavorando per moralizzare e razionalizzare i servizi sociali e l'assessore Pennisi gode della mia stima e della mia fiducia. Nessuno, dunque, si permetta di inquinare un comparto delicato strumentalizzando famiglie e lavoratori per ottenere un lucro maggiore rispetto al lecito".

"Gli stipendi vanno pagati- continua il Sindaco- ci mancherebbe altro, ma qualcuno dimentica che la convenzione tra Comune e cooperative prevede che noi dobbiamo pagare dopo 90 giorni dalla presentazione di fattura e, al momento, siamo in arretrato di soli 15 giorni. Piuttosto sono le cooperative che, spesso, non rispettano i tempi con i loro dipendenti, così da camminare di pari passo. Chi non ci sta se ne può anche andare":

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fa il giro del mondo e gli rubano la moto a Catania: l'appello per ritrovarla

  • Commerciante aveva manomesso i contatori per risparmiare

  • Scontro frontale tra due auto a Pedara: feriti i conducenti

  • Auto contromano in tangenziale inseguita dalla polizia

  • Smantellata piazza di spaccio alla "Fossa dei leoni": 5 arresti tra vedette e pusher

  • Ritrovata dai carabinieri la moto rubata al travel blogger messicano

Torna su
CataniaToday è in caricamento