Protesta contro il basso prezzo alla fonte di latte: fantoccio in mare

Come gesto simbolico hanno lanciato in mare "un pupazzo politico italiano" che, sostengono, "si sta comportando come un fantoccio che ubbidisce alle multinazionali"

foto Ansa

Circa duecento persone hanno partecipato al porto di Catania alla protesta contro il basso prezzo alla fonte di latte e dei prodotti agricoli che, spiegano i promotori dell'iniziativa, '"non bastano neppure a coprire i costi". Come gesto simbolico hanno lanciato in mare "un pupazzo politico italiano" che, sostengono, "si sta comportando come un fantoccio che ubbidisce alle multinazionali". "Infatti - aggiungono - noi siamo invasi da prodotti che arrivano dall'estero a bassissimi costi a causa di accordi siglati dai nostri politici. Quindi abbiamo realizzato questo 'bel fantoccio' che rappresenta i politici attuali e quelli precedenti, e invece di gettare latte a terra buttiamo lui a mare". Il 'lancio' è stato accompagnato da applausi e dallo slogan "a mare, a mare..." scandito ripetutamente a voce alta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

  • Le misure restrittive fino al 31 gennaio per le "zone rosse" della provincia etnea

Torna su
CataniaToday è in caricamento