Protesta discarica Motta Sant'Anastasia, bloccata la strada agli autocompattatori

Stop all'ampliamento, bonifica della vecchia discarica, delocalizzazione e fare luce sui legami tra il mondo della politica e il settore dei rifiuti ecco le richieste dei manifestanti

Continua la protesta dei comitati civici “No Discarica” contro l’impianto della ditta Oikos, dopo l’apertura del nuovo sito di abbancamento dei rifiuti di Valanghe d’inverno.

Dalle prime ore di questa mattina un gruppo di manifestanti sta sbarrando la strada agli autocompattatori che scaricano i rifiuti nell’impianto di Tiriti’ a Motta Sant’Anastasia.

Stop all’ampliamento, bonifica della vecchia discarica, delocalizzazione e la richiesta di fare luce sui legami tra il mondo della politica e il settore dei rifiuti sono le motivazioni dell’ennesima protesta.

“Prendiamo atto della commissione ispettiva regionale – ha detto Paolo Conti, No Discarica Misterbianco al quotidiano online  BlogSicilia – ma mi piacerebbe che altri tipi di indagini venissero fatte da organi competenti sui fiancheggiatori politici di questi gestori, tra esperti, tra tecnici e aiuto gestori ci siano familiari legati a politici che negli ultimi 25 anni hanno determinato con le loro azioni le scelte sul territorio. Questo legame tra vecchia politica e discarica deve venire alla luce e finalmente scoperto”

“La soluzione è solo una lo ribadiamo – ha concluso Conti – la delocalizzazione perché una discarica non può essere pensata così vicina ai centri abitati. Apprendiamo con moderata soddisfazione il fatto che la Regione per la prima volta sta cercando di capire se le carte e le procedure sul l’autorizzazione all’ampliamento e all’apertura sono state seguite a regola d’arte. L’impatto ambientale del sito vecchio e di quello nuovo è quello che crea il danno”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

  • Ritrovato cadavere di un uomo carbonizzato: indagano i carabinieri

  • Un incendio per disfarsi delle cimici, smantellate due piazze di spaccio: 16 arresti

Torna su
CataniaToday è in caricamento