Cronaca

Sit-in degli infermieri precari davanti l'Assessorato regionale alla Salute

Il sit-in, organizzato dal Coordinamento nazionale infermieri della Fsi e rappresentato anche da precari catanesi, è l'ennesima protesta di categoria che chiede interventi concreti sulla stabilizzazione e sulla carenza infermieristica

Infermieri precari provenienti anche da Catania, questa mattina, si sono dati appuntamento davanti la sede dell’Assessorato regionale alla Salute di piazza Ottavio Ziino a Palermo.

Il sit-in, organizzato dal Coordinamento Nazionale Infermieri della F.S.I. Federazione Sindacati Indipendenti, è l’ennesima protesta di categoria che chiede interventi concreti sulla stabilizzazione e sulla carenza infermieristica.

Calogero Coniglio, delegato regionale del sindacato, insieme a una delegazione di precari, sono stati ricevuti dall’assessore Lucia Borsellino, l’avvocato Renato Sgroi Santagati e il direttore generale dell’assessorato.

“Grande la disponibilità dell’assessore- dichiara Coniglio - tra oggi e domani Borsellino invierà una circolare alle 17 aziende sanitarie a chiarimento della nota del 28 giugno 2013 sulle procedure di mobilità. Se passerà il decreto D’Alia – continua il delegato regionale degli infermieri della F.S.I– sarà possibile attraverso un concorso coprire i posti che si sono resi vacanti dopo la pubblicazione del bando regionale del 2011, pertanto grazie al decreto il  50% dei precari potrà essere assunto. L’assessore ci incontrerà dopo l’approvazione del decreto”.

Tra le novità dell’incontro la proposta della Regione di adeguarsi alla legge nazionale e di realizzare un concorso per assumere personale infermieristico che lavori presso i 118 a tempo indeterminato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sit-in degli infermieri precari davanti l'Assessorato regionale alla Salute

CataniaToday è in caricamento