Insegnanti di sostegno in Prefettura: cinque senza lavoro dopo aver fatto causa

Questa mattina il segretario regionale Snalv-Confsal, Antonio Santonocito insieme a cinque insegnanti di sostegno sostituite dal loro ruolo dopo aver fatto causa all'attuale cooperativa in concordato con il comune di Catania

Questa mattina il segretario regionale Snalv-Confsal, Antonio Santonocito insieme a cinque insegnanti di sostegno sostituite dal loro ruolo dopo aver fatto causa all'attuale cooperativa in concordato con il comune di Catania, per non aver versato loro la giusta retribuzione, parteciperanno a una riunione in Prefettura per chiarire la loro posizione lavorativa. Insegnanti di sostegno da tanti anni, hanno sempre goduto della continuità lavorativa nonostante il susseguirsi delle cooperative che negli anni hanno vinto l'appalto.

Quest'anno però sono rimaste a casa e sono state sostituite da altre lavoratrici che non avrebbero tutti i requisiti richiesti. Il dubbio è che ci sia in atto una sorta di vendetta contro queste insegnanti. “Un dato gravissimo, la coop non avrebbe dovuto neanche partecipare al bando”, afferma Santonocito. Il attesa della riunione fissata per le ore 11, le insegnanti e il segretario regionale Snalv sono già in via Prefettura in sit in.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

Torna su
CataniaToday è in caricamento