rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Cronaca

Mercoledì pomeriggio protesta al porto chiedere lo sbarco dei migranti a bordo di Humanitas1 GeoBarents

I promotori chiedono lo sbarco immediato di tutti i migranti senza le selezioni volute dal Governo, giudicate “arbitrarie, fuorilegge, contro ogni umanità”

Un sit-in di solidarietà e sostegno ai migranti delle navi Humanitas1 e GeoBarents si terrà domani, mercoledì 9 novembre, alle 17 al porto di Catania. A promuoverlo, a seguito di un'assemblea tenutasi ieri al porto, uno schieramento ampio composto dalla Rete antirazzista, dalla Rete Restiamo umani, dalla Rete degli studenti medi, dal Colapesce, dall' Anpi, all'Arci e da associazioni regionali ambientaliste, della società civile, dell’antimafia e dalla Cgil siciliana.

I promotori chiedono lo sbarco immediato di tutti i migranti senza le selezioni volute dal Governo, giudicate “arbitrarie, fuorilegge, contro ogni umanità”. ”E’ assurdo – aggiungono- pensare di discriminare chi resta e chi viene respinto. Diciamo no alla chiusura dei nostri porti e sì a tutte le iniziative umanitarie di accoglienza e sostegno, di rispetto della dignità di chi ha dovuto abbandonare il proprio paese, le uniche che ci possono connotare come un Paese civile e un popolo che vuole restare umano”. Alla manifestazione parteciperà tra gli altri la segretaria confederale della Cgil nazionale Tania Scacchetti. Hanno aderito: Anpi,Arci, Auser, Cgil, Colapesce, Legambiente, Forum pere l’acqua pubblica e i beni comuni, Federconsumatori, Libera, Sunia, Uisp, Udu, Rete antirazzista, Rete Restiamo umani, Rete degli studenti medi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mercoledì pomeriggio protesta al porto chiedere lo sbarco dei migranti a bordo di Humanitas1 GeoBarents

CataniaToday è in caricamento