Racket: l'imprenditore Rosario Puglia protesta davanti Prefettura

Rosario Puglia, 64 anni, è l'imprenditore vitivinicolo etneo che ha denunciato di essere vittima di vessazioni da parte del racket del pizzo e ha protestato contro uno Stato assente

"Lo Stato è assente. Non abbiamo avuto nessuna parola di conforto e di solidarietà da parte delle istituzioni, tranne che dai carabinieri di Linguaglossa, che ci sono stati sempre vicini. Sono stanco, non ce la faccio più. Abbiamo bisogno di aiuto, anche economico".

Lo ha affermato, Rosario Puglia, 64 anni, l'imprenditore vitivinicolo etneo che ha denunciato di essere vittima di vessazioni da parte del racket del pizzo, che ha protestato stamane davanti alla Prefettura di Catania perchè "totalmente abbandonato dalle istituzioni".

L'imprenditore ha chiesto "risposte immediate". All'inizio del gennaio scorso il Gup Laura Benanti aveva rinviato a giudizio i presunti estorsori dell'imprenditore. Il successivo 18 gennaio ignoti si introdussero nella sua azienda, dove gli venne lasciata su un tavolo una testa di agnello e un coniglio morto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

Torna su
CataniaToday è in caricamento