Racket: l'imprenditore Rosario Puglia protesta davanti Prefettura

Rosario Puglia, 64 anni, è l'imprenditore vitivinicolo etneo che ha denunciato di essere vittima di vessazioni da parte del racket del pizzo e ha protestato contro uno Stato assente

"Lo Stato è assente. Non abbiamo avuto nessuna parola di conforto e di solidarietà da parte delle istituzioni, tranne che dai carabinieri di Linguaglossa, che ci sono stati sempre vicini. Sono stanco, non ce la faccio più. Abbiamo bisogno di aiuto, anche economico".

Lo ha affermato, Rosario Puglia, 64 anni, l'imprenditore vitivinicolo etneo che ha denunciato di essere vittima di vessazioni da parte del racket del pizzo, che ha protestato stamane davanti alla Prefettura di Catania perchè "totalmente abbandonato dalle istituzioni".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'imprenditore ha chiesto "risposte immediate". All'inizio del gennaio scorso il Gup Laura Benanti aveva rinviato a giudizio i presunti estorsori dell'imprenditore. Il successivo 18 gennaio ignoti si introdussero nella sua azienda, dove gli venne lasciata su un tavolo una testa di agnello e un coniglio morto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'aggiornamento dei contagi a Catania e in Sicilia al 3 luglio 2020

  • Motociclista 47enne in gravi condizioni al Cannizzaro

  • Non ce l’ha fatta Peppino Rizza, era ricoverato dal 10 giugno al Cannizzaro

  • Corsa clandestina, il cavallo cade in un fossato e muore: 16 denunciati

  • Scoperto traffico di auto rubate: 5 in manette

  • Abitazioni minacciate dalle fiamme a Motta Sant'Anastasia

Torna su
CataniaToday è in caricamento